IMG_6618Si è conclusa la serie di gare della finale mondiale del Grand Prix di volo a vela con una giornata particolarmente emozionante, non solo per i piloti che si contendevano la vittoria ma anche per quelli che ancora a quota zero cercavano di recuperare almeno qualche punto.
Per il percorso dell’ultima gara è stato scelto un tema da 195 km: Calcinate, Roncola (BG), Morosolo, Erba, Varese, Calcinate. Ad inizio giornata la visibilità era scarsa, ma un progressivo miglioramento delle condizioni ha portato al via alle 15.00. Per gran parte del percorso tutto è proceduto senza problemi, con i piloti che si contendevano il titolo di campione del mondo a condurre la gara accompagnati dal polacco Zdislaw Bednarczuk e dall’austriaco Werner Amann.
Ma verso la fine della gara l’arrivo di un fronte nuvoloso ha abbassato la temperatura impedendo ai piloti di guadagnare quota: al terzo punto di virata, a circa 35 km dall’arrivo, i piloti hanno capito che sarebbe stato impossibile raggiungere il traguardo in quelle condizioni. Il francese Maximilian Seis è stato il primo ad abbandonare il gruppo per atterrare, ma è stato imitato dopo poco tempo da diversi altri piloti. Tutti i concorrenti sono atterrati in sicurezza, ma nessuno dei concorrenti è riuscito a completare il percorso della giornata e quindi la direzione di gara non ha potuto assegnare alcun punto.

 

finalpodioNessun punto assegnato nell’ultima gara
Nessun cambiamento quindi nella classifica generale: Maximilian Seis è il nuovo Campione del Mondo. Un risultato davvero sorprendente considerando che Seis è il concorrente più giovane del gruppo e con pochissima esperienza nelle competizioni internazionali.
Il secondo posto va invece ad un altro pilota francese, Christophe Ruch, mentre il polacco Sebastian Kawa conquista il terzo posto.
Maximilian Seis si è aggiudicato due delle cinque prove disputate, due volte ha chiuso al quarto posto e una al sesto. Ruch, secondo classificato, ha vinto la quarta prova, mentre Kawa ha invece gareggiato con una certa regolarità senza mai vincere ma finendo due volte sul gradino più basso del podio.
Giorgio Galetto è invece il pilota italiano che ha ottenuto il miglior piazzamento, grazie anche alla vittoria nella seconda prova, chiusa brillantemente con oltre tre minuti di vantaggio sul secondo classificato.

 

Nel 2016 una tappa del Grand Prix ancora all’Aero Club Adele Orsi
Questa competizione è stata seguita da un numeroso pubblico, in particolare nei giorni del fine settimana e soprattutto nell’ultima giornata di prova. Una vera e propria folla ha infatti partecipato alla cerimonia di chiusura del Grand Prix e alla premiazione del vincitore, alla presenza di diverse autorità locali e del mondo del volo a vela, fra cui il sindaco di Varese Attilio Fontana, l’assessore allo sport Maria Ida Piazza, il presidente della Camera di commercio Renato Scapolan e il segretario generale della FAI Susanne Schoedel.
La finale del Grand Prix è stata però un grande successo anche per l’Aero Club Adele Orsi che, coordinato dalla presidente Margot Acquaderni con l’aiuto di numerosi soci, è riuscito a gestire l’evento con un’organizzazione impeccabile in tutti i giorni di gara.
Conclusa la sesta edizione del Grand Prix, la Federazione Aeronautica Internazionale sta già pensando all’organizzazione della settima, che prenderà il via il prossimo 23 gennaio in Cile. L’Aero Club Adele Orsi sarà nuovamente coinvolto nella competizione: il campionato farà infatti tappa a Calcinate del Pesce dal 14 al 21 maggio 2016.

 

Le foto della giornata: